Intervista a Luca Diriso

Intervista a Luca Diriso

Accattivante e magnetico, seducente e acclamatissimo, Luca Dirisio è stato ospite de La Domenica Italiana, il noto appuntamento dance di Lido Sabbiadoro, disco beach di grande richiamo sul litorale del Capitolo.
L'artista, in mezzo ad una folla in delirio, in particolare femminile, ha cantato il noto brano “Sparirò”, tratto dal suo ultimo album “La vita è strana” ed alcuni dei suoi pezzi più belli.
[img src=/data/rubriche/74ou90ip4d8dpepwn31o1156168514.jpg alt=Immagine>
Dirisio è stato felice di ritornare nel disco beach monopolitano che già l'aveva ospitato in passato, scommettendo sulle potenzialità del giovane cantautore di origini abruzzesi. E in effetti Lido Sabbiadoro aveva visto giusto, dato che nel giro di un paio d'anni Luca ha raggiunto un successo straordinario.
Un successo meritato e guadagnato con fatica, di cui il cantante va fiero. “Ho fatto anni di gavetta - afferma - ed è stata dura. Ma quando mi guardo indietro ed osservo il mio passato non c'è nulla che io rimpianga. Anche se ci sono tanti altri traguardi che vorrei raggiungere in futuro”. Progetti lavorativi, ma non solo. “Penso soprattutto alla mia vita privata. E in particolare affettiva. In questo momento non sono fidanzato e confesso che mi piacerebbe trovare la donna giusta”.
Come ogni buon cantauore italiano, Luca rivela, malgrado il volto da birbante, una spiccata componente romantica e sentimentale. E sotto l'eccentrica maglietta gialla lascia emergere un animo sensibile, le cui passioni ed emozioni vengono trasposte senza inibizioni nella musica. “Scrivo sempre, in continuazione. Non con la precisa finalità di creare un nuovo disco ma piuttosto con il desiderio di esprimermi, sfogarmi, raccontarmi. I miei brani non sono costruiti o artefatti, nascono in maniera spontanea, non raccontano menzogne e non cercano di risultare vendibili”.
E forse è proprio per questo che piacciono tanto al pubblico. Incluso quello di Sabbiaadoro, che al termine del concerto ha subissato Dirisio con la richiesta di autografi e foto.
Naturalmente non è mancata la bella musica italiana. Alla consolle, sempre più pieni di brio, i due insostituibili deejay Alberto Petrachi ed Enzo Biundo.
E la musica riparte con Il Martedì, quando alla consolle c'è Corrado Lezza accanto a Biundo ed i ritmi diventano spiccatamente house. Per il prossimo appuntamento, il 22 agosto, ospite eccezionale dj Francesco, che canterà alcuni brani dell'album “Non cado più”, il cd che ha segnato la sua metamorfosi musicale.
a cura di Adriana Marchitelli
Fonte:

Articoli correlati

Interviste

Speciale sziget - nightgu...

13/08/2019 | luigirizzo

  È difficile immaginare la scena pop post-sovietica senza la controversa storia di ivan dorn. nel camerino del backstage dell'europa stage dello sziget festival incont...

Interviste

Speciale sziget - nightgu...

12/08/2019 | luigirizzo

un cerchio disegnato a mano con una linea in alto che introduce un suono che non ti aspetteresti dall'ungheria, cioè troppo accattivante per essere jazz, trop...

Interviste

Nightguide intervista mas...

06/08/2019 | valentina-ceccatelli

massimo di cataldo è musicista, cantautore e produttore: salito alla ribalta con come sei bella, canzone che compie 20 anni proprio quest'anno, torna con dal profondo....

2445150 foto scattate

16302043 messaggi scambiati

899 utenti online

1432 visitatori online