RHÒ -  “Neon Desert”

RHÒ - “Neon Desert”

 
È uscito il 2 di Febbraio di questo 2018 il nuovo e sognante disco firmato RHÒ, dal titolo eloquente: “Neon Desert”.
 
Pubblicato da GIBILTERRA e distribuito da Believe, questo disco è un deserto illuminato da luci a tratti esteme: cantato in inglese da un romano doc classe '82, Rocco Centrella, va a fondere nelle proprie note sonorità scure e calde, un sound intenso e vibrante ed un'elettronica molto elaborata ed emozionale. ''Neon Desert'' esce dopo tre anni dal precedente EP "Nebula" e va a proporre in maniera molto evocativa, variazioni timbriche tipiche di una dimensione più clubbing rispetto al folk del passato prodotte mixando dei bit r'n'b a suoni distorti e flautati.
Mentre il sound colpisce per complessità e raffinatezza - che piacerà molto agli amanti dell'elettronica - i testi vanno ad affrontare tematiche diverse, dai rapporti difficili agli amori intensi, dai disagi contemporanei alle battaglie sociali.
In brani come 'Cross', la seconda traccia, sono evidenti i synth distorti, i groove drammatici e la tanto improbabile quanto efficace unione di flauto traverso ed elettronica.
In un brano intimistico come 'J41D' ci si inoltra nel deserto personale di Rhò, uno spazio infinito, estremo, che talvolta spaventa e altre volte sa consolare e tenere i pericoli lontani. Uno spazio della mente in cui l'artista ha la possibilità̀ di ascoltare i suoni della propria memoria, per poi restituirli sotto forma di canzone in luoghi in cui l'elemento del neon racconta circostanze notturne, fatte di socialità̀ e di ambiguità̀, come quelle di 'Lies', ad esempio.
Ascoltando il disco, sentiamo l'effetto della collaborazione, che troviamo su ogni traccia, avvenuta con il batterista e co-produttore Stefano Milella, batterista dei Fabryka e Big Charlie, che ha aiutato il cantante nella sua volontà di concentrarsi su un tipo di lavoro più corale rispetto al passato, come avviene sulle note di 'Hold on'.
 
In questo disco Rho dà alla voce un totale primo piano naturale, abbandonando i tanti effetti in voga e facendo uso di una strumentazione sia acustica (piano elettrico, chitarra acustica, flauto traverso e batteria) che elettronica (Ableton Live con tastiera StudioLogic VMK188 e MicroKorg).
 
L'album è stato anticipato dall'uscita del video di "Black horse", realizzato completamente in CGI dallo studio Creative Nomads.



 
Il video è partito da un'idea molto semplice e chiara: un artwork animato che diventa un'esperienza installativa in cui un cavallo in corsa, riprodotto in 3D, attraversa scenari in evoluzione, bucando un simbolico velo dell'affermazione. Dall'oscurità alla luce, il cavallo nero di Rhò racconta una direzione sonora nuova del suo percorso musicale. Più soul ed elettronica.
 
Ecco quindi che Neon Desert si può descrivere come un disco nato in maniera lenta ma matura, andando a tratteggiare un'immagine più completa e definitiva del proprio autore, non tralasciando le ispirazioni provenienti dal mondo cinematografico né le altre atmosfere e sonorità che ne hanno vivificato la produzione.
 
Il disco è disponibile su:
Spotify: https://open.spotify.com/album/0CKSTF5SOeIOR0Pvi7iAbs
iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/neon-desert/1334266349
Amazon: https://www.amazon.it/Neon-Desert-Rho/dp/B079BDVNB9/
 
 
I SOCIAL DI RHÒ
www.rhomusic.net
facebook.com/rhomusic
Instagram.com/rhomusik
info@rhomusic.net

musica, neon desert, recensioni, rho

Articoli correlati

Recensioni

Gianni morandi - ‘stase...

29/11/2019 | luigirizzo

Finalmente ieri sera 28 novembre sono riuscito ad andare ad assistere a questo incredibile resident show che gianni morandi sta tenendo da inizio mese al teatro duse di b...

Recensioni

Noi mille volti e una bug...

09/11/2019 | luigirizzo

Se parlassi subito di andrea sasdelli, forse molti di voi avrebbero un vuoto di qualche secondo per associare il nome al volto e alcuni di voi si domanderebbero “chi è...

Recensioni

Sziget festival day 7 - g...

15/08/2019 | luigirizzo

questo, l’ultimo di questa esperienza, è l’unico report che vi consegno in ritardo cari lettori. A parte gli orari improbabili per partire da budapes...

2445150 foto scattate

16402277 messaggi scambiati

805 utenti online

1281 visitatori online