JOE VICTOR - NIGHT MISTAKES

JOE VICTOR - NIGHT MISTAKES

Pubblicato venerdì 13 Ottobre, “Night Mistakes'' è il nuovo atteso disco di inediti di una band che sta già facendo molto parlare di sé, JOE VICTOR.
La band si compone di Gabriele Mencacci Amalfitano alla chitarra e alla voce, Valerio Almeida Roscioni alla tastiera e alla voce, Michele Amoruso al basso e Guglielmo Senatore alla batteria.
 
Già dalla prima traccia, 'Disco folk' si comprende come il disco sia composto da dieci canzoni travolgenti, orecchiabili e dedicate alla notte e alle sue sfumature folli, appassionate e spiccatamente surreali. C'è indubbiamente la voglia di divertirsi e far divertire - la band dal vivo è un'esperienza unica - con la rappresentazione del mondo che vive di notte, i suoi “animali sociali”, fatti di ballo sfrenato ed occhi rossi, di immediata familiarità ma anche del rovescio della medaglia; c'è la solitudine, gli incontri sbagliati, gli amori di una notte che a volte possono essere tanto intensi quanto irriconoscibili il mattino dopo; c'è la deriva di una generazione spesso (iper)alcolica e chimicamente accelerata, ma comunque ancora capace di grandi slanci di amore, di profondità oltre il cocktail modaiolo.
L'immaginario su cui si adagiano questi pezzi è carico di richiami musicali, culturali, estetici, ma filtrato in maniera estremamente originale: 'Superstar', la seconda traccia è quasi country ed ha un gusto anni '90; 'Night music' e 'Goldenation' tendono persino alla musica anni '80 e ciò dimostra che i JOE VICTOR non credono nelle definizioni di genere. Il sentimento da trasmettere sembra essere quello di  generare una grande sorpresa che una canzone sa dare attraverso i segreti nascosti che sa contenere.
C'è qualcosa di Bowie in 'The Way of Love' mentre sembra di essere dentro un disco dei Kings of Leon su un brano come 'Charlie Brown' e continua il mood 80s su 'Freaks' e quello alla Springsteen su 'Goombay Drums' e 'Vanities' mentre a chiudere è la psichedelica 'Bye Bye Eleonor Rose'.
 
Con “Night Mistakes” i Joe Victor hanno saputo tradurre in canzone il piacere e l'abbandono che ciascuno prova quando, di notte, chiude gli occhi, la musica corre veloce e non si sa più chi sia a condurre i pensieri. 


Articoli correlati

Recensioni

Sziget festival day 7 - g...

15/08/2019 | luigirizzo

questo, l’ultimo di questa esperienza, è l’unico report che vi consegno in ritardo cari lettori. A parte gli orari improbabili per partire da budapes...

Recensioni

Sziget festival day 6 - f...

13/08/2019 | luigirizzo

anche il penultimo giorno è andato e con lui, quasi in maniera simbolica, se ne sono andati anche sole e caldo torrido. Lo sziget sta per volgere al termine e an...

Recensioni

Sziget festival day 5 - p...

12/08/2019 | luigirizzo

ieri 11 agosto è ufficialmente cominciata la 3 giorni di passione dello sziget festival. L’isola della libertà è ormai strabordante di gente,...

2445150 foto scattate

16367823 messaggi scambiati

581 utenti online

925 visitatori online