SCARDA - TORMENTONE

SCARDA - TORMENTONE

Esce il 19 ottobre per Bianca Dischi il nuovo album di Scarda, 'Tormentone' riportando sulla scena questo giovane cantautore napoletano di nascita, calabrese di adozione e di base ora a Roma. Un artista che si è fatto conoscere dal pubblico e dalla critica grazie alla colonna sonora dei tre film della saga 'Smetto Quando Voglio' e che la scorsa estate ha pubblicato due bellissimi singoli: 'Bianca' e 'MAI', portando in musica melodie che entrano dritte in testa, testi immediati e versi tutti da cantare. E che ha fatto lo stesso il 5 ottobre, quando è uscito 'Non Relazione'.
''Tormentone'' non smentisce il passato né le aspettative e permette a Scarda di parlare d'amore, nel bene e nel male, e soprattutto nel suo pieno stile: ci sono rime immediate, tante chitarre e tastiere, e tanti argomenti e spunti di riflessione.
 
I brani del disco sono stati composti (testi e melodie) interamente da Scarda, con l'aiuto di validissimi collaboratori in studio di registrazione: i bassisti Michele Amoruso (che ha suonato anche le chitarre elettriche in Ventanni), Gerlando Accurso, Samuele Dessì; e i batteristi Emanuele Fragolini e Sergio Lasi. la registrazione e la produzione artistica del disco sono state realizzate in due studi e in due momenti diversi ma ugualmente fondamentali: prima le Officine Zero di Roma con Nicola D'Amati (che con Scarda ha curato gli arrangiamenti di tutti i pezzi, basso escluso); successivamente il Noize Lab Studio di Cagliari con Samuele Dessì, che si è occupato anche del mix finale.
È 'Bianca ad aprire il disco: un brano in cui si può godere subito di sonorità ruvide ma carezzevoli, ove si incrociano la voce graffiante di Scarda - al secolo Nico Scardamaglio - e delle melodie pop rock mescolate a synth e altri elementi anni '80. La seconda traccia è 'Palazzina Gialla', una canzone del risveglio che descrive e canta la leggerezza da ritrovare dopo la fine di un amore che era riuscito a portare dell'aria fresca, mentre ''le nuvole cambiano forma'' e ci si rende conto che ''noi facciamo lo stesso''.
''Lasciate stare Giulia'' apre 'Giulia', una ragazza che si trova di fronte all'angoscia dovuta ai momenti in cui, nella vita, c'è il bisogno di prendere delle scelte importanti, scelte che la porteranno ad essere, molto probabilmente, giudicata. 'Mai' è il secondo singolo che Scarda ha scelto di pubblicare dalla scaletta di Tormentone: parla di amore e delle infinite domande che una persona che si innamora comincia a farsi - quando la parte della sofferenza nella relazione comincia - riguardo la persona che gli/le fa pensare ''spero sempre tu ne valga la pena''..ma la conclusione è ''non credo sia giusto ma in fondo è normale''. Ricordi di momenti felici compongono il testo, gioioso e al contempo triste, di 'Sorriso', mentre 'Non Relazione' tratta il tema delle relazioni che si decide di rendere ''non - sentimentali'', quando la realtà dei fatti è che almeno uno dei due cuori coinvolti comincerà a battere. Ascoltate i consigli di ''Ventanni'', giovani d'oggi: vi faranno vivere molto meglio quest'età in cui è così tanto facile sentirsi persi. A concludere questo viaggio nei sentimenti è 'Tramonto', canzone piena di speranze e di occhi pieni di voglia di ricominciare.
 
Perché alla fine è il sentimento di cui parla questo disco il ''Tormentone'' delle nostre vite: Scarda canta infatti l'amore sotto il punto di vista di un giovane che ha tanta voglia di vivere e di farlo, appunto, con amore.
 
 

 
Scarda
https://www.facebook.com/scardaofficial/
 
 

Recensione, scarda, tormentone

Articoli correlati

Recensioni

Federico baroni - la tapp...

02/06/2019 | luigirizzo

Ieri 1 giugno noi di nightguide abbiamo deciso di passare un pomeriggio alternativo in compagnia di federico baroni, il busker più seguito d'italia. di live ne seguiamo ...

Recensioni

Una nuova voce, quella di...

22/05/2019 | iltaccuinopress

Il tocco delicato di untimore, al secolo numitore fiordiponti, si sente in ogni dettaglio di questo suo primo lavoro, intitolato “il falò dell'umanità”. Un tocco de...

Recensioni

Un viaggio negli anni 90 ...

18/05/2019 | luigirizzo

Sul palco dell'hiroshima mon amour questa sera (17 maggio) con mia grande sorpresa suonano in apertura ai sick-tamburo, lo straniero, band piemontese di cui avevo ascolta...

2445150 foto scattate

16264189 messaggi scambiati

929 utenti online

1480 visitatori online