ANTI-FLAG E' USCITO IL BRANO 'MR. MOTHERFUCKER'

ANTI-FLAG E' USCITO IL BRANO 'MR. MOTHERFUCKER'


Gli Anti-Flag hanno pubblicato qualche giorno fa 'Mr. Motherfucker', disponibile ora suSpotify, Apple Music e Google Play e su tutte le piattaforme digitali. Il brano era stato rilasciato in precedenza come b-side del singolo 'American Attraction', estratto dall'ultimo album in studio 'American Fall', uscito lo scorso novembre per Spinefarm Records
Riguardo il nuovo pezzo Chris#2 afferma: 
Honestly, we just wanted to throw our hat into the ring of the storied history of Stagger Lee. Our version has nods to those in solidarity with the Black Lives Matter movement of today, the black panther movement, and the overall fight for social and economic justice. This is a one take demo of the song that we thought captured something very cool. We were trying to push ourselves to experiment with tempos and structures when writing for American Fall and those experiments are pretty clear on “Mr. Motherfucker”
 
 
LA BAND SARA' IN ITALIA IL PROSSIMO GIUGNO
PER TRE APPUNTAMENTI ESPLOSIVI

08 GIUGNO 2018  | ZONA ROVERI | BOLOGNA
Ingresso 20,00 € + d.d.p. - Ingresso in cassa 23 €
Prevendite disponibili sui circuiti Ticketone e Boxer - Box Office Emilia Romagna.
 
09 GIUGNO 2018 | MALT FESTIVAL | ARLUNO (MI)
Ingresso libero
10 GIUGNO 2018 | ROCK TOWN | CORDENONS (PN)
Ingresso libero
ANTI-FLAG
Con più di vent'anni di carriera musicale alle spalle, dieci album in studio e svariati tour mondiali con band come Rage Against The Machine, Sick of It All, The Offspring e Rancid,  gli Anti-Flagcontinuano instancabilmente a risvegliare gli animi del pubblico attraverso la loro musica. Diretti e taglienti, hanno dato voce negli anni a cause politiche, sociali e umanitarie rilevanti, collaborando con organizzazioni come PETA, Amnesty International, Sea Shepherd e Greenpeace. Le loro performance dal vivo sono il loro cavallo di battaglia; il loro impegno e la voglia di cambiare il mondo si trasmette infatti in tutta la carica delle loro esibizioni: bagni di folla ed energia da vendere, sanno tenere il pubblico con gli occhi puntati sul palco e i pugni rigorosamente rivolti verso il cielo. Il quartetto di Pittsburgh (Pennsylvania, USA), incarna uno spirito punk senza tempo che ancora oggi ha voce per dire la sua, in particolar modo dopo il risultato delle elezioni presidenziali americane del 2016. L'ultimo album della band band 'American Fall', è influenzato proprio dal panorama politico odierno. L'album è stato pubblicato lo scorso 3 novembre ed è il secondo disco, dopo il precedente'American Spring' (2015), pubblicato con la Spinefarm Records. Riguardo le tematiche politiche affrontate Chris Barker AKA Chris#2, bassista, afferma:
E' un periodo in cui c'è un focus maggiore sulla politica, per ovvie ragioni. Quando questo accade, anche noi, come band, riceviamo un'attenzione maggiore. Essendo il nostro decimo album, volevamo essere sicuri che fosse coerente con quello che siamo. Doveva suonare Anti-Flag. Allo stesso tempo, 'London Calling' è il mio disco preferito dei The Clash perché è stato rischioso. Da quando (i The Clash) hanno iniziato ad essere sotto gli occhi di tutti, non hanno puntato sul sicuro. Abbiamo voluto spingerci anche noi oltre il limite, in un momento in cui avevamo gli occhi puntati addosso.” 
American Fall è stato co-prodotto da Benji Madden dei Good Charlotte il cui ruolo si è rivelato indispensabile in studio: “È stato figo averlo con noi, molti pezzi sono strutturalmente e acusticamente un punk rock e molto orecchiabile [...> Benji capisce che sappiamo come fare quello che dobbiamo fare ma è stato anche una boccata d'aria fresca”, afferma Chris#2. Il primo singolo, 'American Attraction', è la traccia di apertura del disco, si sviluppa su una batteria potente seguita da una timida chitarra che poi si spezza in un canto esplosivo. 'The Criminals' è una furia punk ad alta velocità, 'When The Wall Falls' ha un groove più soft mentre “Casualty” chiude il tutto con un bel “dito medio”, proclamando “Try to shut us down, but we won't be another casualty.” Questo pezzo incarna inoltre l'attenzione della band per le tematiche sociali: il testo della canzone è accompagnato dai numeri di telefono di diverse strutture di supporto emotivo e psicologico. Il booklet stesso del disco include citazioni e trascrizioni di Nobel come Joseph Stiglitz, Peter Montgomery, Ryan Harvey e molti altri.
Questo è solo un assaggio di American Fall, un album che rappresenta quello che gli Anti-Flag si sono sempre impegnati di fare: ispirare al cambiamento.  Gli Anti-Flag sono Justin Sane (chitarra e voce), Chris Barker (basso, voce), Chris Head (chitarra, voce) e Pat Thetic (batteria).
 
 
 

Articoli correlati

Musica

Nico laonda - calboni - s...

13/12/2019 | luigirizzo

'calboni' è il regalo che ci voleva sotto al nostro albero di natale con questo singolo natalizio nico laonda ci regala un tuffo nostalgico negli anni '80 a metà stra...

Musica

Nahaze, la giovane artist...

12/12/2019 | luigirizzo

Nahazela giovane artista dal mood sonoro completamente nuovopubblica il suo singolo d'esordio conachille laurocarillonesce per elektra records    fuori “carillon” ...

Musica

Peligro venerdÌ 13 dicem...

12/12/2019 | luigirizzo

PeligrovenerdÌ 13 dicembre esce il nuovo brano“quanto ti costa”  “ogni sorriso rubato è un passo verso la meta” da “quanto ti costa”  venerdì 13 dicembre...

2445150 foto scattate

16410728 messaggi scambiati

835 utenti online

1329 visitatori online