Nightguide intervista Bais

Nightguide intervista Bais


Bais non è solo il secondo cognome di Luca Zambelli, è anche il suo nome d'arte. Nato a Udine, cresciuto a Bassano del Grappa e poi trasferitosi a Milano, questo cantautore italiano classe 1993 presenta adesso La luna al Sole dopo Milano, il suo singolo d'esordio presentato durante la rassegna Spaghetti Unplugged del capoluogo lombardo. La Luna al Sole descrive il rapporto fra due persone che si incontrano come i due corpi celesti che condividono il cielo, alla ricerca di amore e luce. Per ascoltare il suo nuovo singolo potete andare domani, 25 Gennaio, al circolo Ohibò di Milano: Bais aprirà per Mai stato altrove.





In La Luna al Sole parli di un rapporto in cui ci si incontra con una certa difficoltà, come quando la luna e il sole condividono il cielo. Personalmente credo che tutti i rapporti siano un po' così, con la ricerca di un territorio comune, magari anche piccolo, dove potersi trovare. Tu che ne pensi?
Non direi difficoltoso, descrivo per immagini e metafore un rapporto tra due persone. Ci sono momenti in cui siamo illuminati entrambi, altri in cui vediamo solo le ombre ed altri ancora in cui un corpo eclissa l'altro.


Il tuo lavoro viene definito come “malinconico ma sereno”, eppure hai trovato ispirazione in una città come Milano che magari può anche essere malinconica, ma serena non l'ho mai vista. Mi spieghi come scrivi la tua musica?
Non ho un metodo per scrivere. Questa è la cosa che mi piace di più, il non sapere come scrivere. La musica può nascere in infiniti modi diversi ed è un processo magico. A volte può non succedere nulla per un po' ma fa parte del gioco. L'unico 'rituale' che ho, con il quale sono nate un po' di canzoni, è camminare lungo il fiume, sedermi sulla mia seggiola da pescatore a suonare la chitarra. Registro tutte le idee sui memo vocali del telefono e poi rielaboro il tutto quando sento che è il momento giusto.


Visto che ne parliamo: Milano è stato anche il tuo brano d'esordio. Come è stato suonarlo proprio a Milano?
È stato molto bello, sentire qualche amico nel pubblico che la cantava mi ha fatto sorridere. In generale, il mio primo concerto all'Apollo è stata una bella emozione.


Canti di aver “solo bisogno di luce e amore”. Dove si trovano luce e amore, secondo te, visto che alla fine ognuno li trova in un modo diverso?
Ognuno ha il suo modo, esatto, e magari non tutti ne hanno così tanto bisogno. Io li cerco un po' ovunque finché non li trovo, è come una ricerca della serenità. Luce e amore possono avere la stessa forma. Mi piace il giorno, la luce e la mattina. Non sono mai riuscito ad essere produttivo la notte. Per me la mattina è il momento più bello della giornata.


Dopo Milano e La luna al sole ci sono altri singoli in arrivo o stai pensando a un EP, o un album? E a parte al Circolo Ohibò di Milano dove potremo vederti suonare?
Ci sono un altro paio di singoli in arrivo, dopodiché uscirà il mio primo album. Le prossime date sono ancora in cantiere, prima voglio concentrarmi sulla produzione del disco e preparare un live magico e originale.


Domanda classica: quali sono i tuoi tre dischi preferiti in assoluto?
Domanda difficilissima! Ce ne sono molti altri ma ora mi viene da dire: “Magical mystery tour” dei Beatles, “Anima Latina” di Battisti e “Mother Earth's Plantasia” di Mort Garson.

bais, interviste emergenti, interviste musica, la luna al sole

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista gli...

21/02/2020 | luigirizzo

Years è il primo singolo degli in june, la giovanissima band romana, ma dai forti riferimenti all'alternative rock europeo, esordisce con questo brano fuori il 24 gen...

Interviste

Nightguide intervista giu...

19/02/2020 | valentina-ceccatelli

giuseppina torre, compositrice e pianista, torna con life book: l'album, uscito per decca records/universal music italia, è composto da dieci brani che raccontano le s...

Interviste

Nightguide intervista pet...

15/02/2020 | valentina-ceccatelli

petrolà è uscito con a buon mercato, una canzone che parla dell'amore perduto di un amico raccontato con un'empatia invidiabile: complici gli studi di pianoforte, pet...

2445150 foto scattate

16484977 messaggi scambiati

1045 utenti online

1665 visitatori online