Nightguide intervista il Typo Clan

Nightguide intervista il Typo Clan


Il Typo Clan è tornato con nuova musica: il nuovo EP, Venice Pitch è prodotto da Bruno Bellissimo e vanta una vera e propria trilogia  di video. Abbiamo parlato con loro di musica, influenze e video davvero potenti. 





Domanda un po' improbabile e un po' no, ma il vostro nome mi incuriosisce: in inglese typo sta per “errore di battitura”, comunque un errore di poco conto, una svista. E' quello che volete significare col vostro nome?
In realtà a noi interessa più il concetto di Clan e cioè il non essere mai veramente da soli a fare quello che facciamo. Typo serve più all'estetica e alla fonetica, il fatto che abbia diversi e interessanti significati è solo qualcosa in più per noi.


Venice pitch è uscito da pochissimo: come sta andando, avete già alcuni feedback? E voi come vi sentite?
Siamo molto contenti sia dei viedo sia dell'EP. I riscontri sono stati tanti e tutti positivi. Ora inizia la parte più divertente: portare in giro il nuovo live che partirà da luglio.


La mia canzone preferita è Suck my oh. Ci raccontate qualcosa di come è andato il video: credo sia davvero bello, molto pulito e davvero potente. Di chi è stata l'idea?
L'idea è nata insieme al regista, Marco Jeannin, ed è forte perché è semplice e lascia tanto spazio alla costruzione del nostro immaginario. Avevamo un personaggio potentissimo come Alice, dovevamo solo essere bravi a calarlo nel giusto contesto, con le persone giuste. Il resto l'hanno fatto Marco, Alice e le loro crew.


Da un duo siete passati a un trio: cosa è cambiato, visentite più libero e più completi? Come sono cambiate
le dinamiche?
In realtà siamo stati tante cose quando abbiamo suonato live. Alla fine chi sta dietro al progetto siamo sempre noi due, seplicemente ogni volta ci piace collaborare con persone diverse e che possano aiutarci a crescere.


Come è stata la collaborazione con Bruno Bellissimo?
Quando avevamo in mano i pezzi per l'EP abbiamo capito che la direzione da prendere era quella di assecondare ritmo e groove quindi è stato naturale pensare a Brunito. Con lui abbiamo deciso poi di dare in mano la produzione delle voci a Mario Conte ed è stata una scelta azzecata con entrambi.


La domanda che odiano tutti: ci sapete dire i vostri tre dischi preferiti?
Jungle - Jungle
Gorillaz - Gorillaz
Suff Daddy - Suff Sells
questi sono i 3 dischi che ci hanno influenzato di più per ora.


Avete un consiglio da dare a chi inizia a fare musica adesso?
Ascoltare più musica possibile senza limite di genere e ricercare un proprio stile

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista i p...

11/07/2019 | fede_carlino

lo scorso 7 giugno è uscito per epitaph records il nuovo album dei plague vendor, rock band californiana che negli ultimi anni si è fatta notare per il su...

Interviste

Intervista a paolo ostore...

09/07/2019 | iltaccuinopress

Paolo ostorero è nato a torino nel 1960. Da sempre impegnato nel volontariato, ha preso a cuore la situazione dei migranti che giungono nel nostro paese privi di mezzi d...

Interviste

Intervista a paolo ostore...

09/07/2019 | iltaccuinopress

Paolo ostorero è nato a torino nel 1960. Da sempre impegnato nel volontariato, ha preso a cuore la situazione dei migranti che giungono nel nostro paese privi di mezzi d...

2445150 foto scattate

16278707 messaggi scambiati

899 utenti online

1432 visitatori online