INSPECTOR CLUZO - WE THE PEOPLE OF THE SOIL

INSPECTOR CLUZO - WE THE PEOPLE OF THE SOIL

Dal sapore estremamente rock, ''WE, THE PEOPLE OF THE SOIL'' è il nuovo album de The Inspector Cluzo, in pubblicazione il 26 ottobre 2018 per Caroline International e disponibile anche in vinile. Questo disco è stato prodotto da Vance Powell (Jack White, Clutch), vincitore di molteplici Grammy Awards, ed è un modo per festeggiare i dieci anni di carriera della band, dopo un anno passato sui palchi di tutto il mondo. In qualche modo questo lavoro è il perfetto testamento della musica e dei principi attorno al quale si avvolge la vita del duo francese: registrate in presa diretta, le canzoni arricchiscono influenze folk di distorsioni e ritmiche propulsive.
Come si potrebbe intuire dalla copertina, la musica senza fronzoli di Malcom e Phil ha origini bucoliche: nasce nella loro fattoria, Lou Casse, vera e propria Musa del loro processo creativo. Per la band è impossibile scindere la musica dalla cultura agricola: le radici delle canzoni s'intrecciano a quelle delle loro coltivazioni, biologiche e attente ai principi di salvaguardia ambientale.
Il manifesto esistenziale della band è “Think local, act global” e questa frase è raccontata in ogni sua sfaccettatura dal documentario Rockfarmers di Yan Sourigues, che spiega le ragioni di essere sia artisti che contadini e come realizzare le proprie idee in un'economia locale aperta al mondo e al prossimo.
'We, The People Of The Soil', in uscita il 26 ottobre 2018 per Caroline International, non poteva che essere dedicato ai veri ecologisti, cioè chi lavora la terra giorno per giorno, con fierezza e umiltà allo stesso tempo: loro, the people of the soil.
The Inspector Cluzo arriveranno in Italia per un'unica e imperdibile data, l'11 dicembre al Fabrique di Milano, in apertura ai Clutch.
Il disco prende avvio con l'energia di 'A Man Outstanding In His Field', che ci fa quasi pensare ad una band statunitense, e una cosa simile avviene con un gusto country come quello di brani come 'The Sand Preacher'. C'è più pace su 'Cultural Misunderstanding'  e 'Little Girl' e ancora batterie potenti in 'Ideologies' e su 'We, The People Of The Soil', una sorta di manifesto.
Chitarre sferzano sulle note di 'No Deal At The Crossroads' e la rabbia è vistosa su 'The Best', 'Pressure On Mada Lands', ma anche su 'The Globalization Blues'. Chiude il disco 'Brother In Ideals', contenendo l'idea madre di questo stesso disco, cioè il legame tra musicisti con passioni e ideali in comune, che trasmettono agli altri sottoforma di canzoni di grande bellezza.



Social The Inspector Cluzo:
www.facebook.com/ticluzo/
www.instagram.com/theinspectorcluzo_loucasse/

Articoli correlati

Recensioni

Le influenze orientali-tr...

18/04/2019 | redazione

Ad x-factor ogni tanto qualcosa di nuovo appare, e i bowland hanno stregato la platea del talent-show in modo energico e originale. ma conosciamo meglio questo giovane tr...

Recensioni

Ludovico einaudi live al ...

15/04/2019 | redazione

Un'idea può sempre svilupparsi in diverse direzioni, se poi l'idea è musicale può tradursi in svariate possibilità frutto dell'intrecciarsi di note e di suoni proveni...

Recensioni

Nightguide recensisce dig...

01/04/2019 | iltaccuinopress

Gli ingredienti giusti e ben misurati sono già racchiusi nel nome stesso della band.   gli electronic blues foundation con “digital bluesman” sono riusciti a tira...

2445150 foto scattate

16219966 messaggi scambiati

620 utenti online

987 visitatori online