PASTIS E IRENE GRANDI - ‘’LUNGOVIAGGIO”

PASTIS E IRENE GRANDI - ‘’LUNGOVIAGGIO”

''LUNGOVIAGGIO, uscito lo scorso 21 Settembre, è il progetto in forma di visual album di Pastis e Irene Grandi. Un lavoro molto particolare, che vede la collaborazione di musicisti ed altri personaggi derivanti da settori diversi come l'astronomia e la letteratura: nomi come Vasco Rossi, Samantha Cristoforetti, Tiziano Terzani e Cristina Donà.
I PASTIS sono i fratelli Marco e Saverio Lanza, attivi da lungo tempo nell'ambito della videoarte: l'incontro con IRENE GRANDI li ha portati ad un progetto che per la cantante è anche un modo di inaugurare i festeggiamenti per i suoi 25 anni di carriera. La struttura del Visual Album è quella di un formato innovativo che è stato materializzato proponendo nella sua track list dodici video-opere musicali di cui firmano assieme testi, musiche e immagini.
E sono dodici le videocanzoni (che non sono classici videoclip) nate da attimi della realtà quotidiana, dalla cronaca, dalla storia o da un'occasione. I numerosissimi ospiti, ritratti mentre esprimono una musicalità interiore inconsapevole, diventano interpreti, alla stregua di Irene e dei Pastis, di quest'opera musicale dalla doppia lettura, che si può vedere ma anche soltanto ascoltare.
 
Come lo stesso titolo testimonia, “Il Viaggio” è il concept del visual album. Un tema da sempre molto caro ad Irene, che ben simboleggia i suoi venticinque anni in musica, presente in molti suoi album (basti pensare al famoso singolo “Prima di partire per un lungo viaggio”). Altrettanto per i Pastis, perché da sempre costitutivo della loro poetica che apre una finestra sul mondo ricca di stupore, emozione e senso dell'umorismo, che denota un'autentica simpatia per l'umanità e la leggerezza di chi sa scrutare per pura curiosità.
 
Il disco prende avvio con ''BENVENUTI NEL VOSTRO VIAGGIO'', in cui incontriamo Vasco Rossi che ci racconta il viaggio come metafora di cambiamento. In questa conversazione con Vasco si svela il pensiero di un tutto impermanente, l'unica cosa che non cambia è lo spirito inquieto e affascinante, straordinario e vivo del protagonista. Segue ''SONO ALI (INTRO)'' e ''TUTTO È UNO'' che sfrutta le parole ispiranti di Tiziano Terzani, giornalista, scrittore e viaggiatore che comprende che la conoscenza riguarda in primo luogo la scoperta di sé. E la consapevolezza che tutto è collegato, tutto è uno.
“L'universo è l'armonia degli opposti. Perché non c'è acqua senza fuoco, non c'è femminile senza maschile, non c'è notte senza giorno, non c'è sole senza luna. Ché tutto è uno”
La quarta traccia, ''I VIAGGI PER MARE'' vede la partecipazione di Cristina Donà e parla di Giorgio, un bambino che imparando a leggere ci porta in viaggio tra tesori e pirati. Una metafora dell'uomo esploratore, curioso, avventuriero, che con faticosa determinazione si avvia verso l'ignoto.
''CINCUENTA CENTAVOS“ ha come protagonista la strada: immagini e voci sono state registrate a Quito (Ecuador) dove molte persone, giorno per giorno, si procurano il necessario per vivere. Da qui nasce la riflessione su cosa sia veramente questo “necessario”;'' SOMEWHERE I READ'' si ispira a Martin Luther King e alle parole del suo ultimo discorso pubblico:
“Amazing grace how sweet the sound  that saved a wretch like me.
I once was lost but now I'm found .I was blind but now I see.
And I've seen the promised land” 
La settima visual track è ''ROBA BELLA'', ambientata in un mercato siciliano che profuma di passato, di dialetto, di tradizioni che si stanno perdendo e una voce straordinariamente musicale che canta il sud assolato e legato alla terra.
E dopo ''SONO ALI (IN UN LUOGO REMOTO)'', ''YOU HAVE TO TRAVEL (feat. Hagit Yakira)'' è un invito che riprende il senso del concept generale e narra di un viaggio che parte dal corpo, attraverso il respiro, l'immaginazione e la danza. La coreografa Hagit Yakira, conducendo una lezione, ci regala la libertà del tempo presente, il momento in cui si è immersi totalmente nell'espressione artistica.
Altri brani notevoli sono la ninna nanna di '' AARARO AARIRARO'', catturata a una madre immigrata mentre addormenta suo figlio, che ci porta in un paese in cui il tempo è concepito in forma circolare e l'uomo è il punto di incontro tra terra e cielo; la poesia scritta assieme alla mitica Samantha Cristoforetti dal titolo ''I WOULD LIKE TO TAKE YOU ON A JOURNEY', il viaggio nell'immaginazione di ''IL MARE MOLTO PIÙ IN LÀ''.
Chiude il percorso, dopo la raccia 14 ''SONO ALI (UNA DONNA)'', il famosissimo brano firmato Irene Grandi: ''PRIMA DI PARTIRE PER UN LUNGO VIAGGIO'' che ci ricorda che, per farlo, ...Devi portare con te la voglia di non tornare più”
 
A partire dal mese di ottobre prossimo gli artisti porteranno in tour “Lungoviaggio”, e sarà uno spettacolo atipico, una sorta di fotoconcerto, una simbiosi inedita tra chitarre, pianoforte, macchina fotografica, canto.


Qui le date:
19 ottobre - Settimo Torinese (TO) - Festival della Scienza e dell'innovazione c/o Suoneria (Anteprima del tour)
12 novembre - Milano - Teatro Menotti (Prima data del tour)
21 novembre - Firenze - Teatro Puccini
24 novembre - Sant'Agata Bolognese (BO) - Teatro Bibiena
30 novembre - Riccione - Spazio Tondelli
07 dicembre - Chiusi (SI) - Teatro Mascagni
08 dicembre - Foligno (Pg) - Auditorium San Domenico
15 dicembre - Roma -  Auditorium Parco della Musica



Info:
http://www.pastislanza.it
https://www.facebook.com/Pastis-183601478344576/
https://www.irenegrandi.it
https://www.facebook.com/IreneGrandiOfficial/
https://www.instagram.com/irenegrandiofficial/


lungoviaggio, pastis e irene grandi, Recensione

Articoli correlati

Recensioni

Calcutta a rock in roma r...

28/06/2019 | fede_carlino

Dei tanti musicisti che negli ultimi anni sono riusciti a farsi notare alla vecchia maniera, solo con il supporto di un'etichetta discografica e senza partecipare ad un t...

Recensioni

Fiorello torna alla grand...

28/06/2019 | luigirizzo

Ogni tanto a nightguide, e ovviamente a me che scrivo, piace prendere una pausa da quelli che sono i concerti, i festival, il tourbillon dei pit e fare incursioni in altr...

Recensioni

Giovanni truppi a villa a...

28/06/2019 | fede_carlino

C'è chi non riesce ad ascoltare giovanni truppi perché pensa faccia musica elitaria, che sia fatta solo di una serie di sproloqui intellettualoidi e senza m...

2445150 foto scattate

16286755 messaggi scambiati

1037 utenti online

1651 visitatori online