FISCO-Controlli sempre più mirati: 9 su 10 svelano irregolarità

FISCO-Controlli sempre più mirati: 9 su 10 svelano irregolarità

[img src=/data/rubriche/bnb7v0vm7ltybjo1y88e1152278449.jpg alt=Immagine align=sx>
Fisco sempre più telematico, azioni di contrasto all'evasione sempre più mirate, tanto che nove controlli su dieci svelano irregolarità.
Oltre 31 milioni di dichiarazioni in Italia viaggiano on line, poco meno di 7 milioni di altri documenti arrivano all'Erario in via telematica, più di 4 milioni di contratti di locazione e atti immobiliari giungono alle Entrate tramite la grande rete. Raddoppiano anche i contribuenti che usufruiscono del cassetto fiscale passati dai 523 mila del 2004 agli oltre un milione e 62mila del 2005, superano quota 570mila gli appuntamenti con il Fisco presi on line dai contribuenti. Sono alcuni dei dati illustrati in Campidoglio nell'ambito della presentazione del Rapporto annuale 2005 dell'Agenzia delle entrate, presentato dal direttore dell'Agenzia Raffaele Ferrara e dal suo staff, alla presenza del viceministro all'Economia Vincenzo Visco. Un anno all'insegna di notevoli risparmi per l'Agenzia delle entrate che ha subito un taglio di circa 77 milioni di euro nelle assegnazioni istituzionali legati al contenimento della spesa pubblica.
Contrasto all'evasione, dunque, sempre più mirato. «Una percentuale di positività ai controlli pari al 92,90% - dice Marco Di Capua, direttore generale Accertamento dell'Agenzia - dà contezza di una sempre più mirata attività di selezione delle posizioni da controllare, che poggia sulla realizzazione di un costante miglioramento della qualità delle banche dati a disposizione». Nove controlli su dieci, dunque, svelano irregolarità. Nel 2005 i controlli fiscali sono stati 1.029.237, i controlli sostanziali su imposte dirette, Iva e Irap e sui crediti d'imposta sono stati pari a 648.402, quelli sostanziali nel settore registro 179.980, mentre sono state pari a 542 le verifiche nei confronti di soggetti di grandi dimensioni e a 1.252.758 i controlli formali ex articolo 36-ter del Dpr 600/1973. L'obiettivo strategico, comunque, è quello di contrarre i tempi tra dichiarazione e ridefinizione dell'obbligazione tributaria, con effetti positivi sulla riscossione.
Confortanti i dati sull'Iva riscossa a seguito di accertamenti e controlli: nel primo trimestre del 2006 è stata pari a 165 milioni di euro con un incremento del 140% sul 2001. Ancor più significativo il dato del secondo trimestre 2006 con 266 milioni di euro, vale a dire il 61% in più rispetto al I trimestre di quest'anno. «Sono dati che ci confortano - sottolinea Raffaele Ferrara, direttore generale dell'Agenzia delle entrate - ed evidenziano che siamo in linea con gli ultimi provvedimenti di legge per il contrasto all'Iva che dobbiamo mettere in pista subito».
Luigi Magistro, direttore centrale Audit e sicurezza dell'Agenzia ha segnalato che è stato notevolmente ridotto il rischio di errori e, dunque, delle temute «cartelle pazze». Si punta ad abbinare l'attività di assistenza con quella di prevenzione dell'evasione. «Un ambizioso progetto in fase di sviluppo - spiega Antonio Iorio, direttore centrale Servizi ai contribuenti e relazioni esterne dell'Agenzia - consiste nella previsione e nella prevenzione delle richieste dei contribuenti presso i nostri uffici, anticipandole, quindi, in base alle loro specifiche necessità». Ecco un paio di esempi: inviare ai contribuenti dichiarazioni precompilate o, in prossimità delle scadenze, la modulistica pronta all'uso per l'adempimento. Sul fronte della prevenzione degli errori involontari i più ricorrenti sono stati segnalati agli Ordini e alle associazioni professionali in una guida ad hoc.
Un colpo d'acceleratore è arrivato, soprattutto nel 2006, sul fronte dei rimborsi: nel 2005 sono stati pagati 856mila rimborsi Irpef per un totale di circa 500 milioni di euro, mentre nei primi sei mesi del 2006 ne sono stati pagati un milione e 186mila per un totale di circa 620 milioni di euro (nel secondo semestre sono previsti altri 534 milioni di euro di rimborsi). Lo scorso anno, inoltre, il Centro di assistenza telefonica dedicato al rimborso di vecchi crediti ha effettuato 3mila pagamenti per un totale di 25 milioni di euro. Sul fronte Irpeg nel 2005 pagamenti per circa 1.324 milioni di euro. I rimborsi Iva in conto fiscale nel 2005 sono stati pari a 7.370 milioni di euro, mentre nei primi sei mesi del 2006 è stata raggiunta quota 4.400 milioni di euro, con la previsione di erogarne nell'anno un totale di 8 miliardi di euro.
Qualche dato anche sul contenzioso tributario: le pendenze ammontano a 828.853, di cui 333.422 dinanzi alla Commissione tributaria centrale. Sul fronte della definizione agevolata sono state presentate circa 300mila domande. «Per quanto attiene gli esiti delle sentenze delle commissioni provinciali nel 2005 - spiega Vincenzo Busa, direttore centrale Normativa e contenzioso dell'Agenzia - per la prima volta dopo diversi anni, sono risultate più numerose le pronunce di merito favorevoli all'Amministrazione».
Attilio Befera, direttore centrale Amministrazione dell'Agenzia delle entrate, ha sottolineato il cambiamento epocale nel sistema di riscossione delle entrate pubbliche avvenuto con la nascita di Riscossione Spa, con capitale detenuto per il 51% dall'Agenzia e per il 49% dall'Inps.
7 luglio 2006
Fonte:

Articoli correlati

Economia

Workshop "promuovere musi...

03/03/2016 | luigirizzo

Radio città fujiko e associazione culturale popdump in collaborazione con exploding bands presentano:social media strategy for the music industry - promuovere music...

Economia

Apple scommette sulla cin...

19/01/2014 | staff

Apple stringe la presa sulla cina grazie al via della partnership con china mobile, primo operatore mobile dell'ex impero celeste con oltre 760 milioni di utenti. Numeri ...

Economia

Draghi: soldi all’econo...

05/12/2013 | staff

  le stime di crescita, per la verità, non cambiano molto. O meglio, per il 2014 tornano ad essere quelle della primavera: l'1,1%. Mentre per l'anno che si sta concl...

2445150 foto scattate

16285546 messaggi scambiati

946 utenti online

1507 visitatori online